Quando è arrivata al pronto soccorso del Policlinico Umberto I perdeva sangue dal naso e dalla bocca. A ridurla in quello stato, praticamente una maschera di sangue, è stata una bimba di soli nove anni. La vittima, racconta Davide Desario su Il Messaggero, è una signora di 63 anni, che mercoledì pomeriggio è stata rapinata mentre attendeva la metro sulla banchina della stazione Barberini della Metro A, una delle preferite dalle bande di baby ladre.

La signora viene accerchiata da un gruppo di bambine nomadi, cerca di scappare, ma la circondano di nuovo, una bambina le salta addosso e poi la colpisce al volto con un cellulare. La donna cade a terra ferita. Le guardie giurate presenti in stazione riescono a fermare una bimba di nove anni, tra le responsabili della rapina. Arrivati sul posto dopo la chiamata dei vigilantes, i poliziotti l'hanno fermata, accompagnata al commissariato Trevi e poi accompagnata in un centro di assistenza per minori.