Ci sarebbero motivi economici alla base dell'omicidio avvenuto ieri sera a Ostia (Roma), in via della Paranzella. Un uomo di 51 anni, S.G., è morto in seguito a una coltellata inferta dal fratello maggiore, di 58 anni. Proprio quest'ultimo ha chiamato l'ambulanza, dopo aver colpito il consanguineo. Quando il personale medico è arrivato all'interno dell'appartamento dei due, in un complesso di case popolari, per il 51enne ormai non c'era più niente da fare.

Il presunto omicida, dopo essere stato ascoltato sul posto dagli investigatori, è stato portato nel commissariato di Ostia e interrogato. L'uomo sarebbe in stato di fermo per l'omicidio. Anche se ancora non risulta che abbia confessato, a incastrarlo ci sarebbero diverse testimonianze dei vicini, che hanno sentito i due fratelli discutere animatamente prima del tragico epilogo.

Il 51enne sarebbe morto a causa di una sola coltellata al torace. Le indagini della polizia, con l'ausilio della scientifica, sono ancora in corso. Sul posto è arrivato anche un terzo fratello, scoppiato in lacrime alla vista del cadavere.