Grazie all'analisi del Dna non ci sono più dubbi: è Stefano Dalena, romano di 52 anni, l'uomo morto carbonizzato in un incidente verificatosi attorno alle 22.00 di ieri, mercoledì 15 marzo, al chilometro 370 dell'Autosole nel territorio di Monte San Savino in provincia di Arezzo. Lascia una moglie e due bambini che lo aspettavano a casa.

Da quanto si apprende l'uomo stava tornando a Roma da Torino, dove aveva appena ritirato una Fiat 500 da consegnare al rivenditore per il quale lavorava. Da quanto ricostruito finora il 52enne ha violentemente tamponato un camion che lo precedeva, per cause ancora da chiarire, e la vettura è andata in fiamme. Inutile l'arrivo dei mezzi di soccorso del 118 e dei vigili del fuoco: Dalena era già morto nel rogo dell'auto.

Quando, spento l'incendio, il corpo è stato estratto dalle lamiere era ormai irriconoscibile, tanto da rendere necessario l'esame del Dna per avere certezza dell'identità