La giunta capitolina guidata da Virginia Raggi ha operato un nuovo rimpasto. Già da tempo era nell’aria l’assegnazione di nuove deleghe, annunciate dall’assessore al Bilancio Andrea Mazzillo: “Prendo atto dell’intenzione della sindaca di nominare altri due assessori: uno con delega ai Lavori Pubblici e l’altro con delega al Patrimonio e alle Politiche Abitative”, aveva scritto polemizzando con la sindaca per aver scoperto le intenzioni della giunta “attraverso una chat”. Nelle ultime ore la Raggi ha riassunto la delega ai Lavori Pubblici attribuita temporaneamente all’assessore all’Urbanistica Luca Montuori. Venerdì ha nominato le nuove assessore.

La delega ai Lavori Pubblici è andata a Margherita Gatta, che già fa parte dello staff dello stesso assessore Montuori. Proprio su di lei si sono scatenate le polemiche nelle ultime ore, dopo che il blog Roma fa schifo ha descritto la probabile neo-assessore spulciando tra i contenuti da lei condivisi su Facebook. Roma fa schifo racconta che Margherita Gatta è stata candidata alle elezioni del 2016 nel V municipio con il Movimento 5 Stelle, raccogliendo 73 preferenze. Laureata in giurisprudenza, è una attivista storica avendo iniziato la militanza politica nel 2012. Sul blog si ribadisce che Gatta condivide post del sito LaFucina (della Casaleggio associati) in cui si consiglia la cura omeopatica del cancro o altri post contro le banche, contro i vaccini e contro l’Expo del 2015 di Milano. Nel post di Roma fa schifo, comunque, si aggiunge anche che “Gatta non è una incompetente cronica: di appalti e gare pubbliche qualcosa sa e qualcosa ha approfondito”.

Fonte: Roma fa schifoin foto: Fonte: Roma fa schifo

Alessia Morani attacca Margherita Gatta: scelta giunta Raggi è "peggiocrazia"

La deputata del Pd Alessia Morani ha preso spunto dall’articolo per attaccare la scelta della giunta Raggi parlando di “peggiocrazia”. “Grazie ad un noto sito informativo romano – scrive su Facebook la Morani – abbiamo scoperto che nel suo profilo possono essere rintracciati i suoi riferimenti culturali: dalla signora che è guarita dal cancro grazie alla cura Di Bella, ai vaccini che fanno diventare i nostri figli autistici ma che uno Stato senza scrupoli rende obbligatori per fare un favore alle multinazionali del farmaco, al terremoto provocato dall’estrazione del petrolio la cui prova scientifica viene dalla stessa assessora che cita la sua esperienza di bambina (quando giocava al traforo in spiaggia provocava il cedimento del terreno sovrastante)”. “Infine – attacca ancora la Morani – il pezzo forte è la cura di un tumore con metastasi al fegato e ai polmoni grazie al cibo”. La deputata del Pd chiede, quindi: “Secondo voi, una persona con questi riferimenti culturali può prendere decisioni valide per la collettività che è chiamata ad amministrare? Un assessorato a Roma ha quasi la portata di un ministero per la complessità. Parliamo di milioni di persone. Una signora con un background culturale di questo livello può farlo?”. La Morani conclude il suo post aggiungendo un altro elemento: “Per l’imbarazzo la signora Gatta è stata costretta ad oscurare la sua pagina Facebook”.

Fonte: Roma fa schifoin foto: Fonte: Roma fa schifo