Paura ieri mattina a una fermata dell'autobus in corso della Repubblica a Latina. Qui una discussione per futili motivi è trascesa, tanto che sul posto è dovuta intervenire la polizia. Secondo quanto ricostruito sul quotidiano locale Latina Oggi, all'origine del diverbio che avrebbe portato un venditore ambulante residente a Napoli ad aggredire una donna incinta e il suo compagno, un litigio sul posto a sedere alla fermata del bus. In più l'uomo avrebbe rivolto alla giovane coppia di cittadini algerini, pesanti insulti razzisti.

Sul posto è sono arrivate le forze dell'ordine che hanno fermato, identificato e denunciato l'uomo, che da quanto si apprende avrebbe precedenti penali. A scatenare la violenza verbale e fisica del venditore ambulante le rimostranze del marito della ragazza incinta, che gli avrebbe fatto notare che aveva occupato il posto dove era seduta la compagna.