in foto: Antonio Belcastro

Non ce l'hanno fatta due dei cinque uomini rimasti feriti nel tragico incidente aereo di domenica 3 settembre nel comune di Pontinia, in provincia di Latina. Nello schianto, hanno perso la vita il pilota dell'ultraleggero, Antonio Belcastro, di origini calabresi, e un membro dell'equipaggio che sedeva al suo fianco, Umberto Bersani, di Sonnino. Entrambi sono stati trasportati con urgenza in codice rosso in l'eliambulanza. Antonio è morto oggi all'ospedale San Camillo, mentre Umberto, prima di lui, durante la notte, al Policlinico Umberto I. Meno preoccupante sembra essere lo stato di salute degli altri 3 paracadutisti: Gianfranco Casali di Frosinone, Alberto De Angelis di Priverno e Giovanni Grande di Catanzaro, sono stati soccorsi e portati all'ospedale Santa Maria Goretti di Latina.

Incidente aereo: la ricostruzione.

L'incidente aereo è accaduto durante un volo per il lancio di paracadutisti. Un Cessna 182, aereo ultraleggero che è partito dall'aviosuperficie Pegaso, si è schiantato al suolo poco dopo il decollo e ha preso fuoco. A bordo del velivolo c'erano 5 persone, tutte rimaste ferite nel forte impatto con il suolo. Sul posto, sono intervenuti i carabinieri, gli uomini della polizia stradale e i vigili del fuoco, che hanno tirato fuori le vittime dalle lamiere e domato l'incendio. Sono in corso le indagini per ricostruire quanto accaduto e rintracciare le cause dell'avaria. Sembra si sia trattato di un guasto al motore. I resti dell'aereo, sono stati sequestrati.