Tragedia sfiorata a Borgo San Michele in provincia di Latina, dove un imprenditore dopo aver colto dei ladri ad entrare nella sua azienda agricola, si è messo al loro inseguimento assieme ai due figli. Mentre era sulle tracce dei malviventi, non ha esitato ad estrarre la pistola che aveva con sé  sparando. A rimanere ferito ad un gamba il figlio 19enne dell'uomo. A riferire i fatti alle forze dell'ordine l'uomo, che ha spiegato di essere stato oggetto di numerosi furti nell'ultimo periodo, tanto da decidere di occuparsene da solo con i due figli, facendo delle ronde armate di pistola attorno alla sua azienda.

La versione dell'imprenditore che ha sparato al figlio per colpire i ladri.

Quando hanno colto i ladri all'interno della tenuta i malviventi – sempre secondo l'uomo – avrebbero sparato e lui avrebbe risposto al fuoco, ferendo però per errore il figlio. Il ragazzo si trova ricoverato all'ospedale Santa Maria Goretti di Latina: ne avrà per almeno due mesi. Il 47enne è stato denunciato al momento solo per porto abusivo d'arma da fuoco (non era autorizzato a portare la pistola regolarmente denunciata fuori casa), ma proseguono le indagini per appurare cosa sia accaduto.