in foto: Ginevra Ambrosino, foto dal profilo Facebook

Migliorano le condizioni di salute di Ginevra Ambrosino, la 21enne di Nettuno rimasta gravemente ferita la notte di martedì 5 settembre nell’incidente stradale tra due auto in cui ha perso la vita la sua amica Giulia Fiorilli di 23 anni. Questa mattina Ginevra si è svegliata dal coma e respira autonomamente. Al momento è sotto shock ma le sue condizioni sono in via di miglioramento: la tac ha infatti escluso danni cerebrali. La ragazza, trasportata all'ospedale di Anzio in condizioni di salute gravissime, è stata operata d'urgenza e i medici le hanno asportato la milza. Feriti, ma in maniera lieve, anche i due ragazzi che si trovavano a bordo dell'altra auto.

Incidente a Nettuno: salva grazie alla cintura di sicurezza.

Al momento dell'incidente, Ginevra indossava la cintura di sicurezza, che le ha salvato la vita. Invece, la sua amica Giulia, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, non ce l'aveva e dopo l’impatto è stata sbalzata fuori dal veicolo, finendo contro il muro di cinta di un’abitazione all'incrocio tra via dell'Olmo e via Canducci. Sono ancora in corso le indagini per fare chiarezza sui fatti e per stabilire di chi siano le eventuali responsabilità.

Incidente Nettuno: sicurezza in strada

Dopo il tragico incidente i consiglieri comunali Genesio D’Angeli e Giacomo Menghini hanno chiesto la convocazione d'urgenza di una riunione della commissione della polizia urbana con la commissione di viabilità.

“Il drammatico incidente – scrivono nella richiesta – ripropone con urgenza la necessità di interventi incisivi per garantire la sicurezza delle strade di Nettuno. Particolarmente in alcuni punti critici che sono ormai tristemente famosi per il ripetersi di numerosi sinistri. Per questo motivo richiedono la convocazione delle due commissioni in seduta congiunta “per individuare gli interventi più opportuni da realizzare tempestivamente“.