Ben 5.213 ettari bruciati nel Lazio da inizio 2017 a causa degli incendi. L’equivalente della superficie di 7.500 campi da calcio. Quasi il doppio del numero di ettari bruciati in tutto il 2016, che era stato di 2.974 ettari. I dati riguardanti gli incendi che hanno colpito tutta la regione laziale da inizio anno sono spaventosi. Il record negativo è quello di Itri, il comune più colpito con ben 1.172 ettari bruciati in sette incendi. La provincia più colpita è quella di Latina, con 3.584 ettari in fumo. Il singolo rogo più vasto è invece quello che ha colpito Alatri tra il 6 e l’8 luglio con 350 ettari bruciati. I dati vengono forniti da Legambiente Lazio nel rapporto “Lazio in fiamme”.

Gli incendi stanno devastando la nostra regione ed è veramente impressionante il numero di roghi che scoppiano ovunque, ormai siamo arrivati a record assoluti di aree divorate dalle fiamme – commenta Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio – è andato a fuoco, da inizio anno, quasi il doppio della superficie bruciata in tutto il 2016".

I numeri della provincia di Latina e del comune di Itri preoccupano particolarmente, tanto da aver portato Legambiente a inviarli "in forma di esposto alla procura della Repubblica, perché siano individuati i colpevoli di tali devastanti atti e della devastazione che ne consegue”, sottolinea Scacchi.

Il presidente di Legambiente Lazio invita le amministrazioni comunali a vietare la realizzazione di “spettacoli pirotecnici che in questo momento sarebbero fattori di altissimo rischio, proprio nel momento in cui in calendario c’è la maggior concentrazione di feste religiose". La nota positiva, secondo Sacchi, è il lavoro dei vigili del fuoco e delle strutture della Protezione civile regionale e locali che si stanno impegnando senza sosta da settimane.

Lo studio di Legambiente Lazio è stato realizzato attraverso il sistema digitale Copernicus, capace di captare via satellite tutti gli incendi di ampie dimensioni (oltre i 20 ettari). I numeri complessivi degli ettari incendiati, quindi, probabilmente sono anche maggiori. Solo negli ultimi giorni, il Lazio è stato colpito da molti incendi di grave entità. A Tivoli due persone, madre e figlia, hanno perso la vita nella loro abitazione a causa di un rogo. Un incendio ha lambito le case a Poggio Mirteto solo ieri, mentre un altro grosso rogo ha minacciato le abitazioni a Morlupo e Capena nel weekend. Più di una volta, infine, è stato dato fuoco alla pineta di Castel Fusano, a Ostia, nella Capitale.