L'autobus fa una curva, un passeggino va a sbattere contro la portiera centrale, che si apre e fa volare un neonato fuori dal veicolo. Il bambino è stato subito trasportato al pronto soccorso dell'ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli dove gli è stato riscontrato un trauma cranico con escoriazioni agli arti inferiori e gli è stata data una prognosi di 30 giorni. Successivamente il neonato è stato trasferito al Policlinico Gemelli dove è ricoverato. L'incidente è avvenuto – nella mattinata di ieri – a bordo di un mezzo di linea a Villanova di Guidonia, quando il bus stava viaggiando su via Tiburtina all'altezza del chilometro 28+200 in direzione Tivoli.

Secondo quanto riferito dai carabinieri della stazione di Tivoli, che stanno indagando sulla vicenda, l'episodio è avvenuto a bordo di un bus Cotral: il bimbo era all'interno del mezzo con la madre, una 29enna romena. L'autobus è stato sottoposto a sequestro e sono stati effettuati dei controlli: assicurazione e documenti di circolazione sarebbero in regola. Il bambino, nato nel maggio scorso, non sarebbe in pericolo di vita.

Le indagini dei carabinieri stanno cercando di stabilire quale fosse la velocità del mezzo al momento dell'incidente e per quale motivo si è aperta la porta. Secondo le prime ricostruzioni, comunque, il bambino non avrebbe riportato gravi conseguenze proprio perché l'autobus viaggiava a bassa velocità. I carabinieri hanno già ascoltato alcuni passeggeri presenti quando il bambino è stato sbalzato fuori dal veicolo che avrebbero confermato la versione della madre del neonato.

Cotral nomina una commissione d'inchiesta interna.

L'azienda del trasporto regionale del Lazio ha fatto sapere di aver nominato una propria commissione d'inchiesta interna per verificare la dinamica dei fatti, in merito a quanto accaduto lunedì 31 luglio sulla tratta Guidonia Montecelio-Tivoli delle ore 9.40. Nella nota diffusa da Cotral, si legge che "preliminarmente verranno ascoltate la versione dell'autista e riscontrata la documentazione relativa agli interventi manutentivi effettuati sul veicolo". Si cercherà inoltre di "appurare se siano state rispettato le norme di sicurezza che vietano di salire a bordo con passeggini e carrozzine, se non ripiegati e disposti sotto al sedile". Lo scopo delle verifiche è quello di accertare se la carrozzina fosse "correttamente ancorata al veicolo".