Una modella di 22 anni, di origini toscane, sarebbe stata molestata ieri, lunedì 28 agosto, dal titolare di un'azienda di moda. L'episodio sarebbe successo verso le ore 15.30, all'interno di un'auto, mentre i due percorrevano insieme l'autostrada A1, nella zona di Frosinone. L'autore del gesto è un 70enne di origini campane, che è stato denunciato a piede libero con l’accusa di violenza sessuale. Si tratta del titolare di un'azienda che aveva selezionato la modella per indossare alcuni capi d'abbigliamento firmati in occasione di uno show room. A dare l'allarme è stata la stessa modella, con un messaggio mandato a un amico attraverso l'applicazione di messaggistica WhatsApp. Il ragazzo ha poi chiamato il 113 della questura di Frosinone.

Il piano della polizia per intervenire.

Questa sarebbe la dinamica del terribile episodio: mentre i due viaggiavano su un'auto guidata da un autista, l'uomo avrebbe iniziato a provocare la ragazza, fino ad arrivare alle molestie sessuali. Allertata, la polizia è giunta in soccorso della giovane con una squadra composta da investigatori stradali, della squadra volante e della squadra mobile, impiegando, vista la delicatezza del caso, personale femminile specializzato nel contrasto ai reati sessuali. Quando la ragazza ha chiesto aiuto si trovava sull’autostrada in direzione nord, nel territorio del Comune di Ceprano, e le è stato consigliato di fingere un malore, costringendo in tal modo l’autista a fermarsi nella vicina area di servizio in prossimità di Anagni. Una volta che la ragazza è scesa dall'auto, dirigendosi verso il bagno, gli investigatori sono usciti allo scoperto e sono intervenuti.