Una disattenzione che stava per costare cara, quantomeno in termini economici, ad un ragazzo di origine moldava. A Frosinone, il distratto protagonista della storia – per fortuna a lieto fine – ha dimenticato lo zaino che aveva con sé sul treno sul quale stava viaggiando, abbandonando il convoglio senza accorgersi di nulla. A trovarlo è stato il capotreno che, una volta in stazione, lo ha subito consegnato agli agenti della Polizia Ferroviaria. Grande è stata la sorpresa degli agenti quando, una volta aperto lo zaino, oltre ai documenti del giovane hanno rinvenuto anche duemila euro in contanti.

Grazie alla carta d'identità presente nello zaino, i poliziotti non ci hanno messo molto a rintracciare il suo proprietario, restituendogli il prezioso carico, che il ragazzo, accortosi della sua dimenticanza, credeva di aver ormai perso. Le forze dell'ordine, grazie alla vicenda a lieto fine di quest'oggi, invitano in ogni caso la cittadinanza a collaborare con il prossimo nel rispetto del vivere civile e della legalità.