Si chiamava Daniele Ferrante, l'allievo maresciallo dell'Esercito Italiano, deceduto questa mattina al Policlinico Umberto I di Roma. L'uomo era arrivato nell'ospedale romano trasportato d'urgenza lo scorso venerdì 12 maggio, dopo aver accusato un malore durante un addestramento nella Scuola di Fanteria di Cesano, alle porte di Roma.

Il 38enne, originario di Palermo e impegnato nella scuola ufficiali di Viterbo, è caduto improvvisamente al suolo per un malore, le cui case sono ancora in corso di accertamento. Inutili le cure mediche ricevuto per tre giorni nel policlinico universitario di via Regina Elena. Il Generale del Corpo d'Armata Danilo Errico, capo di Stato Maggiore dell'Esercito Italiano ha espresso "il più profondo cordoglio e sentimenti di vicinanza ai familiari" dell'ufficiale.