Al via la XVIII edizione dell'International Tattoo Expo Roma, nel quartiere EUR della Capitale dal 5 al 7 maggio, che vedrà la presenza di 400 tatuatori provenienti da tutti e cinque i continenti. I migliori nuovi talenti di quest'arte si riuniranno s Roma in una delle più grandi manifestazioni dedicate all'argomento e mostreranno diversi stili, ognuno secondo la propria vena artistica. Il successo della scorsa edizione, che ha contato 20mila visitatori, conferma che il mondo dei tatuaggi è diventato il simbolo della cultura artistica moderna.

Tra i più noti tatuatori di questa edizione ci sarà l'inglese Paul Talbot che proporrà uno stile che lui stesso definisce punk collage in cui unisce avantgarde e trash polka. Parteciperanno anche anche il russo Tomasz Tofi Torfinski, il portavoce del surrealismo e Marco Manzo  che detiene il primato di aver introdotto l’arte del tatuaggio nel mondo dell’arte contemporanea, essendo presente con le sue opere nei più importanti musei d’arte contemporanea come il Moma di New York, l’Hamburger Bahnhof di Berlino e il Maxxi di Roma. Dalla Korea del Sud arriverà l’affascinante Zoseon con il suo bianco e nero reso ancora più raffinato dal gusto orientale mentre dalla Nuova Zelanda Thomas Clark porterà lo stile tribale in compagnia di Jason Teitinga, direttamente dalle Isole Cook.

Anche quest’anno la convention offre ai visitatori degli eventi paralleli legati al mondo dell’arte, curati da Betty Soares. Oltre ai contest e alle premiazioni dei migliori lavori eseguiti durante la tre giorni si alterneranno sul palco performance di diverso tipo oltre a due mostre curate da Welt e da Anna Chiara Felletti.

Le mostre.

"INK OF AGES" – WELT.

La mostra prende forma da un'idea del tatuatore romano Welt, che nel suo lavoro esplora il tema delle influenze della musica che nel corso degli anni hanno ispirato vari stili dell'arte del tatuaggio: il rapporto tra punk rock e traditional old school, rap e chicano style, heavy metal e dark/horror

"CORE DE ROMA" – PAMELA RANYART.

La giovane artista romana Pamela, in arte Ranya Art, trae la sua ispirazione da un processo di ricerca interiore, rendendola la massima della sua esistenza.

Biglietto.

Il costo del biglietto è di 15 euro, sarà possibile partecipare alla manifestazione venerdì 5 e sabato 6 maggio dalle ore 13:00 alle 24 e domenica 7 maggio dalle ore 13:00 alle 22:00.

Per ricevere informazioni più dettagliate sulla manifestazione consultare il sito ufficiale