"Appicco incendi per noia". Si è giustificato così un ragazzo di 18 anni, arrestato ieri dai carabinieri mentre cercava di dare fuoco ad alcune sterpaglie. E' accaduto ieri pomeriggio a Monterotondo, a nord di Roma, nei pressi di un centro commerciale. I militari del nucleo radiomobile della Compagnia di Monterotondo hanno sorpreso il ragazzo mentre stava incendiando, con un accendino, parti di abiti usati e poco prima aveva incendiato alcune sterpaglie vicine alle pista ciclabile. Le fiamme sono state immediatamente spente dai carabinieri del comune laziale intervenuti subito sul posto. Ad aiutare i militari sono stati anche due cittadini della zona, che si sono accorti delle fiamme e hanno aiutato a spegnerle con alcuni secchi d'acqua.

Monterotondo, arrestato un ragazzo di 18 anni: sorpreso mentre appiccava un incendio.

Il ragazzo, di nazionalità romena e residente a Mentana, è stato arrestato e ora si trova agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli e in attesa del processo. Ai carabinieri ha detto di aver incendiato le sterpaglie "perché si annoiava". Versione ritenuta credibile dai militari, che non lo ritengono responsabile di altri incendi. In ogni caso nelle prossime ore la sua posizione sarà approfondita proprio per verificare il suo eventuale coinvolgimento in alcuni incendi che hanno colpito la zona soprattutto nel mese di luglio.