L'allarme arriva dall'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma: aumentano i ricoveri di bambini, anche molto piccoli, per il morbillo. Un dato che, secondo i medici del nosocomio della capitale, è da mettere direttamente in relazione con il calo delle vaccinazioni.  "La situazione è estremamente preoccupante – ha spiegato Alberto Villani, direttore del reparto di Malattie Infettive e  Presidente della Società italiana di pediatria – solo nel nostro ospedale abbiamo diversi bambini sotto l'anno di età ricoverati per il morbillo, e abbiamo avuto addirittura dei lattanti contagiati magari dal fratellino. C'è stato già anche un caso di panencefalite sclerosante, una delle complicanze più gravi della malattia".

"Quello che si è sempre temuto si sta verificando. – prosegue Villani – Con questo atteggiamento nei confronti delle vaccinazioni mettiamo a rischio soprattutto i più piccoli, quelli che non hanno l'età o non possono vaccinarsi. Il morbillo è una malattia pericolosa, in un caso su mille dà encefalite, in uno su diecimila porta alla morte. Le Regioni devono interrogarsi sulle proprie responsabilita', e sbrigarsi a mettere in atto il piano vaccinale".