A tradirla è stato un dettaglio non proprio di poco conto considerando le altissime temperature di questa estate: una felpa indossata durante la calda stagione romana. Così una donna è stata arrestata dagli agenti della polizia di stato per essere in possesso di alcune carte clonate. La polizia ha notato la donna a uno sportello bancomat di viale Palmiro Togliatti, nel quartiere Collatino. L’attenzione degli agenti è stata attirata proprio dalla felpa della donna e dai suoi indumenti decisamente fuori stagione: la 30enne indossava anche un cappuccio. La donna stava effettuando delle operazioni ad uno sportello bancomat.

Quando gli agenti si sono avvicinati, la donna ha tentato di allontanarsi velocemente nel tentativo di dileguarsi e raggiungere un suo complice che la stava attendendo. La polizia l’ha però fermata prima, notando che la donna era molto nervosa durante il controllo. È stata trovata in possesso di due bancomat clonati e dei codici per utilizzarli.

Al bancomat con felpa in piena estate: trovate carte clonate anche al complice.

Il complice ha subito gli stessi controlli ed è stato trovato in possesso di sette tessere clonate, tra bancomat e carte di credito. I due, che sono anche conviventi, sono stati accompagnati negli uffici di polizia. Per lei, una donna romana di 30 anni, è scattato l’arresto per l’utilizzo di carte clonate e frode informatica. L’uomo, invece, è stato denunciato per il concorso nel reato.