Quasi per caso, nel corso di controlli di tutt'altra natura, i carabinieri della stazione di Colonna, a Valle Martella, in provincia di Roma, hanno arrestato un 20enne di origine albanese, sorpreso in casa con 100 chili di marijuana. I militari dell'Arma, infatti, impegnati in un'operazione di controllo del rispetto degli arresti domiciliari, si sono recati presso l'abitazione di una donna di 58 anni di etnia rom, sottoposta alla misura cautelare. La donna non era in casa, ma i carabinieri hanno notato una luce accesa ad una delle finestre e hanno deciso così di appostarsi.

Dopo circa due ore, il 20enne albanese si è presentato nell'appartamento, facendo scattare il blitz dei carabinieri. I militari, a seguito della perquisizione domiciliare, in camera da letto, hanno rinvenuto due grossi sacchi contenenti 26 dosi di marijuana, per un totale complessivo di 100 chili. Il giovane è stato arrestato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio ed è in attesa di essere giudicato, mentre si cerca la 58enne che risiedeva nell'appartamento, evidentemente evasa dal regime degli arresti domiciliari. Ai militari, la padrona di casa ha raccontato che la donna è sparita senza lasciare tracce.